Rouge Dior Liquid

Buongiorno ragazze, è da diverso tempo che desidero parlarvi di questi nuovi rossetti Dior, che mi hanno davvero entusiasmata. Si tratta dei Rouge Dior Liquid, il cui claim è quello di essere rossetti liquidi dal colore couture intenso e tenuta estrema.

Dal sito del brand leggiamo che Rouge Dior si reinventa ancora una volta con la prima formula di rossetto liquido firmata Dior, declinata in moltiplici effetti e con un impatto colore sorprendente. Copertura, tenuta 12 ore e confort: una vera gemma disponibile in tre finish vibranti: matte, metallizzato e satinato.

L’applicatore sottile rappresenta l’alleato ideale per delineare le labbra con precisione, prelevando e depositando l’esatta quantità di prodotto.

La formula di Rouge Dior Liquid unisce sapientemente olii, cera minerale e polvere di silice ultrafine per ottenere un colore deciso, una perfetta scorrevolezza sulle labbra e lunga tenuta.

Come potete vedere ho acquistato ben 6 diverse colorazioni di questi rossetti, che trovo davvero fantastici. La resa sulle labbra mi piace molto, il colore è pieno, sono facili da stendere, non seccano le labbra e la durata è davvero buona, anche se non hanno la tenuta di una tinta labbra (ma sono infinitamente più confortevoli).

Vi mostro gli swatches dei sei rossetti che ho scelto.

Tra le varianti che ho scelto ce ne sono due che Dior definisce iconiche, ovvero:

  • 614 Jungle Matte, che rappresenta la tendenza nude del momento. Una sorta di omaggio a Mitzah Bricard, musa di Christian Dior e fonte di ispirazione per la fantasia “Jungle”;
  • 162 Miss Satin, che incarna la delicatezza del rosa Miss Dior e dona un sorriso splendente.

Come potete vedere ho scelto 5 colorazioni incentrate sui toni del nude (ce poi la 601 Hologram, che può essere utilizzato da solo o come top coat per donare un riflesso metal olografico agli altri colori. Qui sotto lo vedete sovrapposto ai tre matte, si può stemperare un po’ picchiettandolo con le dita e l’effetto risulta leggero ed elegante.

Dove acquistare i Rouge Dior Liquid e prezzi

I prodotti Dior si trivano facilmente presso molte profumerie sul territorio e il mio consiglio è proprio quello di andare a vedere i rossetti dal vivo, in modo da scegliere con facilità i colori che si preferiscono.

Volendo invece acquistare online vi segnalo il sito Ditano.com dove i Rouge Dior Liquid sono in vendita a 29,39 euro.

Vi segnalo anche il sito ufficiale del brand, dove i Rouge Dior Liquid sono in vendita a 35,84 euro. È vero che qui il prodotto è più caro, ma è anche vero che acquistando dal sito ufficiale si ricevono i prodotti confezionati in modo elegantissimo, ideale nel caso in cui si volesse fare un regalo, e la spedizione è gratuita.

Bene ragazze, questo è tutto, see you soon al prossimo post! 😘

New! Huda Beauty Complexion Perfection Primer e #FauxFilter Foundation

Buongiorno ragazze, oggi parliamo di una recente uscita parecchio attesa e chiacchierata, ovvero i primi prodotti per la base del brand Huda Beauty. Come sappiamo Huda Beauty è da poco arrivata da Sephora Italia, ma purtroppo i prodotti che vi mostro oggi al momento non sono ancora disponibili. In fondo al post vi lascio comunque i link ai siti dove sono acquistabili.

La nuova linea per la base comprende il primer Complexion Perfection, il fondotinta #FauxFilter e il pennello Complexion Brush, che è l’unico prodotto che non ho acquistato, in quanto non ho l’abitudine a stendere il fondotinta con il pennello.

Huda Beauty_FauxFilter foundation Complexion Perfection primer 2.JPG

Il claim della linea è quella di creare una pelle da sogno per ottenere il selfie perfetto “express your selfie”.

Complexion Perfection Primer

Huda Beauty_Complexion Perfection primer.JPG

Il brand ci dice che con questo primer ultra idratante possiamo creare la nostra base viso quotidiana ideale. Una formula intelligente che idrata la pelle, migliora l’adesione del makeup e controlla la lucidità per tutto il giorno.

Con la sua formula unica arricchita con olio di rosa canina, conosciuto per le sue proprietà idratanti e antiossidanti e dimethicone, che minimizza i pori e le linee d’espressione, questo primer consente di avere una pelle idratata per tutto il giorno. La sua formula cremosa e di facile penetrazione fa sì che possa anche essere utilizzato come idratante leggero, nutriente senza però far lucidare la pelle.

Huda Beauty_Complexion Perfection primer 2.JPG

Trovo che questo primer abbia effettivamente la consistenza di una crema soffice e confortevole. Si avverte sicuramente l’effetto lisciante e anche una buona dose d’idratazione, motivo per il quale sulla mia pelle secca mi piace molto ma non so come si potrebbe comportare su una pelle mista-grassa. Ha un delicato profumo fiorito piuttosto persistente, che a me piace molto.

Ho provato a fare uno swatch per farvi vedere la consistenza, ma purtroppo non è venuto molto bene.

Huda Beauty_Complexion Perfection primer swatch.jpg

Il tubetto è molto pratico, e contiene 30 ml di prodotto. Il PAO è di 12 mesi ed è Made in Italy.

Vi riporto di seguito l’INCI completo. Water, Cyclopentasiloxane, Isododecane, Cera Alba (Beeswax),, Butyrospermum Parkii (Shea) Butter, Myrica Cerifera (Bayberry) Fruit Wax, Propylene Glycol,, Cetyl PEG/PPG-10/1 Dimethicone, Caprylic/Capric Triglyceride,, PEG-30 Dipolyhydroxystearate,Disteardimonium Hectorite, Phenyl Trimethicone,, Vinyl Dimethicone/MethiconeSilsesquioxane Crosspolymer, Trimethylsiloxysilicate,, Sodium Chloride, Dimethicone, Phenoxyethanol, Rosa Moschata Seed Oil,, Sodium Dehydroacetate, Sodium Gluconate, Tocopheryl Acetate,, Ethylhexylglycerin, Parfum (Fragrance), Benzyl Salicylate, Linalool, Coumarin, Hydroxycitronellal.

#FauxFilter Foundation

Huda Beauty_FauxFilter foundation.JPG

Il brand ci dice che #FauxFilter è un fondotinta full-coverage dal finish vellutato, disponibile in 30 varianti di colore, che consente di avere un look perfetto in una sola applicazione. Nascondendo ogni macchia e mimetizzando le imperfezioni, la sua formula ricca di pigmenti ultra fini renderà le imperfezioni della pelle un ricordo del passato.

La sua formula intelligente si fonde perfettamente con la pelle e si asciuga con un finish opaco ma luminoso, senza effetto secco o cakey. Arricchita con ingredienti quali olio di Argan e centella asiatica, entrambi conosciuti per le loro proprietà idratanti, questa formula si sfuma perfettamente, lavorando contemporaneamente per migliorare la consistenza della pelle. Un’unica pump di prodotto permette di avere un effetto full-coverage e un’applicazione perfetta. E’ possibile mescolarlo insieme al Complexion Perfection Primer, o a un altro idratante, per avere un effetto più naturale e una coprenza media.

Huda Beauty_FauxFilter foundation 4.JPG

La confezione è in plastica piuttosto leggera, che lo rende adatto anche a essere portato con sé quando si è fuori casa (intendo quando si dorme fuori casa, da borsetta non è certamente indicato).

Huda Beauty_FauxFilter foundation 5.JPG

Ho avuto il piacere di ricevere il campione che vedete sopra in foto, che mi permette di mostrarvi più colorazioni oltre a quella che ho acquistato per me.

Huda Beauty_FauxFilter foundation 6.JPG

Le 30 colorazioni disponibili sono suddivise 4 categorie (light / medium / tan / rich) e sono caratterizzate da tre lettere identificative a seconda del sottotono a cui appartengono:

  • N = neutral, per incarnati dal sottotono neutro;
  • G = golden, per incarnati dal sottotono caldo-giallo;
  • B = beige, per incarnati dal sottotono freddo-blu;
  • R = red, per incarnati dal sottotono freddo-rosso.

Io ho acquistato la nuance 150G Crème Brulée, che trovo perfetta per il mio incarnato. La lettera G indica appunto che la colorazione è adatta a un sottotono caldo (golden).

Huda Beauty_FauxFilter foundation 2.JPG

Vediamo ora gli swatches dei #FauxFilter e successivamente alcune comparazioni con altri fondotinta.

Huda Beauty_FauxFilter foundation swatches.jpg

Huda Beauty_FauxFilter foundation swatches compa.jpg

Veniamo ora alla mia opinione su questo prodotto. Sicuramente sottoscrivo in pieno la sua descrizione di fondotinta full-coverage. Direi anzi che si tratta del fondotinta a più alta coprenza che io abbia mai provato. Ho provato a fare una foto per mostrarvi questa caratteristica, non so se sono riuscita a renderla al meglio, vi assicuro comunque che con mezza pump io faccio tutto il viso coprendo tranquillamente le discromie della pelle.

Vista questa sua caratteristica, ho usato il fondotinta anche come correttore, e svolge perfettamente anche questo compito.

Huda Beauty_FauxFilter foundation swatch coprenza.jpg

Riconosco anche le caratteristiche di idratazione e comfort sulla pelle. Per abitudine io aggiungo una goccia di Primer Oil sulla blender prima di stendere il fondotinta, ma con il #FauxFilter posso tranquillamente saltare questo passaggio, perchè rimane confortevole senza tirare la pelle per tutto il giorno. Per questo, così come il primer, non so come possa comportarsi su una pelle misto-grassa. Io, nonostante la pelle secca, sento il bisogno di fissarlo con un pò di cipria (pochissima) altrimenti lascia la pelle leggermente “appicicaticcia”.

L’ho sempre steso con la blender, come mia abitudine con la quasi totalità dei fondotinta. Non ho ancora provato a seguire il consiglio di miscelarlo con il primer, ma lo farò sicuramente prossimamente.

Il finish è matte luminoso leggermente poudré e ha la stessa profumazione floreale del primer.

Questi sono per me i pro di questo prodotto. Per contro trovo che non sia facilissimo da stendere, anzi richiede di essere lavorato molto bene per riuscire a sfumarlo in modo uniforme. Inoltre la sua alta coprenza fa sì che non sia proprio leggero, ma anzi che si senta abbastanza sulla pelle soprattutto subito dopo la stesura, ma anche durante il giorno. E’ necessario capire qual è la propria quantità di prodotto ideale, perchè la concentrazione del pigmento è tale che ne basti davvero pochissimo (nel mio caso come ho scritto prima mezza pump è sufficiente per tutto il viso).

La confezione contiene 35 ml di prodotto, il PAO è di 18 mesi ed è Made in Italy.

Vi riporto di seguito l’INCI completo. Aqua/Water, Cyclopentasiloxane, Talc, Isododecane, PEG-10 Dimethicone, Polymethyl Methacrylate, Butylene Glycol, Glycerin, Polyglyceryl-4 Isostearate, Trimethylsiloxyphenyl Dimethicone, Alcohol Denat., Neopentyl Glycol Diethylhexanoate, Disteardimonium Hectorite, Phenoxyethanol, Benzyl Alcohol, Myristyl Lactate, Sodium Chloride, Sodium Dehydroacetate, Aluminum Hydroxide,Argania Spinosa Kernel Oil, Tocopheryl Acetate, Parfum/Fragrance, Sodium Lauroyl Glutamate, Silica, Panthenol, Disodium Edta, Propylene Glycol, Lysine, Centella Asiatica Extract, Magnesium Chloride, Hydrogen Dimethicone,Benzyl Salicylate, Coumarin, Hexyl Cinnamal, Hydroxycitronellal,Hydroxyisohexyl 3-Cyclohexene Carboxaldehyde, Linalool. May Contain (+/-): CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491 (Iron Oxides), CI 77492 (Iron Oxides), CI 77499 (Iron Oxides), CI 77007 (Ultramarines).

Dove acquistare questi prodotti e prezzo

Come accennato all’inizio del post il Complexion Perfection Primer e il #FauxFilter Foundation non sono ancora disponibili in Italia, ma vi indico due siti inglesi dove si possono acquistare senza pericolo di incorrere nel rischio dogana.

Il primo che vi segnalo è CultBeauty, dove potete trovare il primer Complexion Perfection in vendita a 27,00 sterline (circa 31,00 euro) il #FauxFilter in vendita a 32 sterline (circa 36,00 euro). Purtroppo alcune nuance del fondotinta sono andate sold-out al momento del lancio e non sono ancora state riassortite, motivo che mi ha spinto a cercare un altro sito dove acquistare il fondotinta. Su CultBeauty le spese di spedizione sono gratuite per ordini superiori a 40,00 sterline, ma in questo momento sono gratuite per ogni acquisto del marchio Huda Beauty.

L’altro sito che vi segnalo, che è quello dove ho acquistato io il fondotinta è Selfridges. Qui trovate sia il Complexion Perfection che il #FauxFilter in vendita a 31,00 euro. La spedizione ha un costo di 15,00 sterline (circa 17,00 euro) e purtroppo non è prevista una soglia oltre il quale sia gratuita. Segnalo comunque che si tratta di una spedizione veloce (4 giorni lavorativi).

Bene ragazze, questo è tutto. Spero come sempre di esservi stata utile e di avervi fatto compagnia. See you soon al prossimo post! 😘

New! Palette holiday 2017 Hourglass

Buongiorno ragazze, oggi parliamo delle ultime palette uscite in casa Hourglass, la Ambient Lighting Edit Volume III e la Ambient Metallic Strobe Lighting.

Hourglass_Holiday 2017 palette.JPG

Come già l’anno scorso e il precedente, in prossimità delle feste natalizie il brand Hourglass ci propone palette in edizione limitata che racchiudono diversi prodotti, alcuni nuovi e alcuni già proposti in versione full-size. Quest’anno le palette proposte sono due, la Ambient Lighting Edit Volume III, che racchiude 6 referenze di cui tre novità e la Ambient Metallic Strobe Lighting, che contiene invece tre illuminanti con un nuovo finish metallico.

Hourglass_Holiday 2017 palette 2.JPG

Ambient Lighting Edit Volume III

Hourglass_Ambient Lighting Edit vol III.JPG

Come dicevo, la Ambient Lighting Edit Volume III contiene tre prodotti già in gamma e tre novità.

  • Diffused Light, polvere per il finish di colore giallino chiaro e sottotono caldo. Aiuta a mimetizzare i rossori della pelle e può essere usata anche per il setting del correttore;
  • Hypnotic Strobe Light, è una delle tre novità. Si tratta di una polvere illuminante color champagne con striature perlate tridimensionali;
  • Dim Light, è uno dei prodotti di punta del brand di cui vi ho già parlato qui. E’ una polvere per il finish dal colore beige pescato che minimizza le imperfezioni con un effetto blur e illumina la carnagione con una nuance perfettamente bilanciata tra sottotono caldo e freddo.
  • Luminous Bronze Light, un bronzer di media tonalità che riscalda dolcemente l’incarnato;
  • Surreal Halo, è la seconda novità. E’ un blush color berry profondo ma luminoso;
  • Pure Effect, l’ultima novità. Anche in questo caso si tratta di un blush, questa volta però dal colore rosa petalo acceso.

Ogni cialda della palette contiene 1,3 grammi di prodotto, il PAO è di 12 mesi ed è made in Italy.

Vediamo ora gli swatches e qualche comparazione.

Hourglass_Abient Lighting Edit vol III swatches.jpg

Ho comparato alcuni prodotti di questa palette altri contenuti nella Ambient Lighting Edit Surreal Light, la palette uscita per le feste dell’anno scorso e con alcuni prodotti singoli che possiedo.

Iniziamo dalla comparazione dei bronzer, dove ho però anche inserito anche Dim Light, in modo che possiate farvi un’idea del tono di questa cipria rispetto ai bronzer.

Vediamo invece ora la comparazione dei blush, dove ho inserito anche il blush Mood Exposure di cui vi avevo parlato sempre qui.



Ambient Metallic Strobe Lighting

Hourglass_Ambient Metallic Strobe Lighting.JPG

Come accennavo all’inizio del post, questa palette in edizione limitata racchiude tre illuminanti formulati con l’inedito finish metallic strobe. Queste polveri metalliche ad alta concentrazione di pigmento donano la massima luminosità alla pelle, con una texture vellutata e liscia che scivola sul viso donando bagliori riflettenti e vibranti.

Le tre nuances sono le seguenti:

  • Absolute Strobe Light, rosa metal;
  • Pure Strobe Light, oro chiaro metal;
  • Lucent Strobe Light, rose gold metal.

Veniamo ora agli swatches, che purtroppo non riescono a rappresentare bene la luminosità metallica e vellutata di queste polveri.

Hourglass_Ambient Metallic Strobe Lighting swatches.jpg

Ogni cialda della palette contiene 3 grammi di prodotto, il PAO è di 12 mesi ed è made in Italy.

Cosa ne penso

Le polveri Hourglass sono di ottima qualità, e queste non fanno eccezione. Gli swatches non rendono giustizia ai colori e al reale effetto che questi prodotti hanno una volta applicati sulla pelle.

Parlando della Ambient Lighting Edit Volume III oltre alle polveri per il finish che già conoscevo, mi piace tantissimo il blush Surreal Halo, altamente modulabile e sfumabile. Trovo inoltre che la palette sia un’ottima soluzione per chi vuole iniziare a conoscere il brand, potendo provare così diversi prodotti.

Per quanto riguarda invece la Ambient Metallic Strobe Lighting sono rimasta molto colpita dal loro finish metallico e luminoso senza essere “troppo” e senza texturizzare la grana della pelle. Anche in questo caso l’effetto è modulabile e tutti e tre i colori si sfumano facilmente.

Dove acquistarle e prezzo

In Italia il brand Hourglass si trova in esclusiva da Sephora. La Ambient Lighting Edit Volume III è in vendita al prezzo di 75,00 euro (al momento è esaurita, spero venga presto riassortita), mentre la Ambient Metallic Strobe Lighting è in vendita al prezzo di 65,00 euro.

Vi segnalo che potete acquistare i prodotti Hourglass anche sul sito inglese Space NK dove è ancora disponibile anche la Ambient Lighting Edit Volume III al prezzo di 69,00 sterline (circa 74,00 euro).  Sempre su questo sito se vi interessasse si può ancora trovare la Ambient Lighting Edit Surreal Light dell’anno scorso, anch’essa in vendita al prezzo di 69,00 sterline. Ho già acquistato diverse volte da questo sito e mi sono sempre trovata bene. Periodicamente ci sono anche promozioni interessanti, date un’occhiata se vi va!

Bene ragazze, questo è tutto. Spero come sempre di esservi stata utile, see you soon al prossimo post! 😘

 

 

New! Anastasia Beverly Hills Holiday Blush Kits

Buongiorno ragazze, oggi post veloce per mostrarvi una delle ultime novità del brand Anastasia Beverly Hills, ovvero le palette di blush Holiday Blush Kits.

Anastasia Beverly Hills_holiday blush kits.jpg

Si tratta di due palette contenenti quattro blush ciascuna. Tutti i blush presenti all’interno delle palette sono caratterizzati da un’altissima pigmentazione ma anche da un’alta sfumabilità che permette di ottenere un’intensità modulabile sul viso. L’unico accorgimento è quello di utilizzare un pennello a setole morbide e non troppo compatte e di prelevare poco prodotto alla volta.

Radiant Blush Kit Palette

Anastasia Beverly Hills_holiday blush kit Radiant.jpg

  • Spoiled, rosa freddo con micro glitter dorati (pressochè invisibili, conferiscono solo luminosità);
  • Coastline, corallo pescato dal finish satinato;
  • Breeze, rosa dal finish satinato;
  • Terrace, magenta pescato dal finish satinato.

Gradient Blush Kit Palette

Anastasia Beverly Hills_holiday blush kit Gradient.jpg

  • Vegas, marrone vellutato dal finish matte;
  • Dusk, marrone taupe dal finish satinato;
  • Chocolate, marrone caldo ramato dal finish satinato;
  • Blackberry, color berry profondo.

Vediamo ora gli swatches di entrambe le palette.

Anastasia Beverly Hills_holiday blush kits swatches.jpg

Mi sono innamorata di queste due palette di blush non appena ho visto il lancio sulla pagina IG del brand. Radiant è perfetta per tutti i giorni, Gradient può sembrare più impegnativa, in realtà con i giusti accorgimenti riesco a sfruttarla bene, soprattutto in questa stagione. Mi piace tantissimo anche usarla sugli occhi, dal momento che la pigmentazione lo consente!

Ogni palette contiene 4 blush da 4,7 grammi ciascuno, il PAO è di 12 mesi e la formulazione è vegana e cruelty free.

Dove acquistarle e prezzo

Consiglio di accquistare i prodotti Anastasia Beverly Hills sul sito ufficiale inglese, che offre un ottimo servizio di spedizione gratuito a partire da 25 sterline di acquisto (circa 29 euro) senza rischio di dover pagare dogana.

Le due palette Holiday Blush Kits sono in vendita al prezzo di 31 sterline (circa 35 euro). A mio avviso si tratta di un ottimo prezzo, considerata la qualità del prodotto e la quantità contenuta in ogni palette!

Bene ragazze, questo è tutto! Ci vediamo presto con un nuovo post! See you soon! 😘

 

 

 

Fenty Beauty, prime impressioni e review!

Buongiorno ragazze, è con grande piacere che scrivo questo post in cui vi mostro i prodotti Fenty Beauty che ho acquistato. Vi scriverò le prime impressioni sui prodotti che ho ricevuto più di recente e una review più approfondita di quelli che sto usando ormai da diverse settimane.

Fenty Beauty_products.jpg

Fenty Beauty è il brand creato da Rihanna. Sul sito del brand, alla pagina about Fenty Beauty, si legge che prima di diventare BadGalRiRi, icona della musica, stile e bellezza, Rihanna Fenty era una ragazza delle Barbados, stregata dal rossetto di sua mamma. A partire dalla prima volta in cui ha sperimentato su di sè il makeup non è mai tornata indietro. Il makeup è diventato il suo modo di esprimersi e ha alimentato la sua consapevolezza di sè e l’ha aiutata a diventare l’icona di stile che è oggi.

Rihanna è stata ispirata a creare Fenty Beauty dopo anni di sperimentazione dei migliori prodotti di bellezza disponibili sul mercato. Sentiva che era ancora presente un vuoto nell’universo dei prodotti offerti dall’industria beauty. Ha allora creato e lanciato la sua linea makeup facendo sì che potesse essere per tutte le donne, creando formule che si adattano a ogni tipo di pelle.

Vediamo ora da vicino tutti i prodotti che ho acquistato, con foto e swatches.

Pro Filt’r Instant Retouch Primer

Fenty Beauty_Pro Filt'r Instant Retouch Primer.jpg

E’ uno dei prodotti che ho preso da poco, ma l’ho già utilizzato diverse volte. Si tratta di un primer che promette di tenere sotto controllo la lucidità, affinare la grana della pelle e renderla liscia e uniforme, pronta per la successiva applicazione del fondotinta, di cui ne dovrebbe prolungare anche la durata.

Fenty Beauty_Pro Filt'r Instant Retouch Primer swatch.jpg

La consistenza è simile a quella di una crema e ha un delicatissimo profumo che a me piace molto. Nonostante tra le sue caratteristiche principali non abbia quella di essere idratante, lo trovo comunque confortevole anche sulla mia pelle secca. Lascia l’epidermide morbida e liscia e crea effettivamente un’ottima base su cui stendere il fondotinta.

La confezione è in vetro satinato ed è dotata di una comoda pompetta. Contiene 32 ml di prodotto, il PAO è di 12 mesi ed è made in Italy.

Pro Filt’r Soft Matte Longwear Foundation

Fenty Beauty_Pro Filt'r Foundation.jpg

Il fondotinta è il protagonista tra tutti i prodotti della gamma. E’ disponibile in ben 40 nuances, in modo da potersi adattare a qualsiasi carnagione. Questo è sicuramente un plus, anche se può diventare complicato districarsi tra tutte le colorazioni proposte e trovare quella più adatta al proprio tono di pelle. Sul sito fentybeauty.com è presente lo shade finder che aiuta in questa scelta.

Le 40 nuances sono divise tra toni chiari (light), medi (medium), abbronzati (tan) e scuri (deep). Esiste inoltre un’ulteriore classificazione per sottotoni neutri (neutral), caldi (warm) e freddi (cool).

Come vedete dalle foto io ho acquistato due tonalità. Per prima ho preso la 150 neutral, che avevo visto in diversi video, come quello di Clio che vi linko qui, e swatches e mi pareva virasse un po’ al giallino e quindi potesse andare bene anche per me. In realtà è proprio neutro e un tantino chiaro, allora ho deciso di prendere una seconda colorazione, più calda e scura, e ho scelto la 240 warm. In questo modo miscelandole insieme ottengo la nuance perfetta, più chiara o più scura a seconda delle percentuali dei due colori e del mio tono di pelle del momento.

Ecco gli swatches dei due colori.

Il Pro Filt’r viene descritto come un fondotinta dall’effetto soft matte, a lunga tenuta e con una coprenza modulabile da media a full. Promette inoltre di levigare la pelle e tenere sotto controllo la lucidità. La sua formula oil-free è stata creata con una speciale  tecnologia climate-adaptive, resistente al sudore e al l’umidità ma non occlusiva sui pori. In ultimo, ma non per importanza, offre una lunga tenuta (io direi lunghissima) con una texture invisibile che dona una bellissima sensazione di non indossare nulla sulla propria pelle.

Viste le sue caratteristiche temevo che questo fondotinta non andasse bene per la mia pelle secca, invece mi ci sto trovando davvero bene anzi mi sbilancio a dire che è uno dei migliori fondotinta che io abbia mai provato.

Vi spiego come procedo io per l’applicazione. Per ottenere un risultato ottimale è indispensabile innanzitutto idratare bene la pelle, successivamente applico un primer, quello della stessa linea, oppure il Primerizer di Smashbox o ancora l’Instant Eclat di Sisley (vi ho parlato di entrambi nel mio ultimo post che trovate qui). Passo quindi alla stesura del fondotinta, per la quale utilizzo sempre una blender (in generale non mi trovo ad applicare i fondotinta con il pennello). La consistenza è piuttosto fluida ma si asciuga abbastanza velocemente. Per lavorare tutto il viso a me è sufficiente una pump e mezza di prodotto. Inizio applicando un pò di fondotinta con i polpastrelli senza sfumare e poi procedo con la blender inumidita (io la inumidisco con due spruzzate di Primer Water di Smashbox) e sulla quale ho messo anche tre gocce di Primer Oil sempre di Smashbox (ve ne ho parlato qui). Questo passaggio non mi crea nessun disagio, sono abituata a farlo con la maggiorparte dei fondotinta coprenti e fa sì che sulla mia pelle secca la texture rimanga confortevole per tutto il giorno.

Trovo la coprenza media modulabile, ma io non faccio mai più di uno strato e mezzo di prodotto. La tenuta è davvero ottima, a me dura tutto il giorno inalterato anche senza cipria. L’aspetto però che più mi piace è che, nonostante coprenza e tenuta, rimane leggerissimo sulla pelle, si fonde perfettamente con l’incarnato e sembra quasi di non indossare nulla.

La confezione è in vetro satinato simile a quella del primer (cambia solo il colore). Come il primer contiene 32 ml di prodotto, il PAO è di 12 mesi ed è made in Italy.

Precision Makeup Sponge

Fenty Beauty_Precision Makeup Sponge.jpg

Si tratta di una classica blender per l’applicazione dei prodotti fluidi, che può essere utilizzata anche per la sfumatura dei prodotti in crema o per la cipria. L’ho presa perchè mi piaceva molto la forma, infatti è dotata di tre diversi lati (uno tondo, uno piatto più grande e un altro piatto in cima, che permette di arrivare alle zone più piccole del viso) e anche il colore, in quanto non amo le spugnette troppo colorate.

Non l’ho ancora provata perchè sono riuscita solo poco fa a fare le foto e volevo farvela vedere da nuova!

Fenty Beauty_Precision Makeup Sponge 2.jpg

Invisimatte Blotting Powder

Fenty Beauty_Invisimatte Blotting Powder.jpg

Si tratta di una cipria fissante universale che promette di assorbire la lucidità e levigare la pelle, minimizzando l’aspetto dei pori per un istantaneo effetto “filtro”.

Fenty Beauty_Invisimatte Blotting Powder 2.JPG

L’ho usata solo poche volte, ma mi pare che svolga bene il suo lavoro, in particolare l’ho trovata valida per fissare il correttore (che poi è l’unico uso che ne faccio io) non segna troppo e non secca. Anche se continuo a preferire la Lock-It Setting Powder di Kat Von D (di cui vi ho parlato sempre qui) questa è sicuramente più pratica da portare con sé.

La confezione contiene 8,5 grammi di prodotto e ha un PAO di 12 mesi.

Match Stix

Fenty Beauty_Match Stix.jpg

Si tratta di stick cremosi disponibili in versione Trio, oppure singoli. La versione Trio contiene il necessario per correggere (conceal) fare contouring (contour appunto) e illuminare (highlight). I prodotti per conceal e contour sono matte, mentre l’highligther è shimmer. Sono disponibili 4 varianti di Trio, Light 100, Medium 200, Tan 300 o Deep 400, a seconda del proprio range di fondotinta che si è andati a scegliere. Io ho scelto la Medium 200 perchè mi sembrava più adatta alla mia carnagione. Ho poi scelto lo stick per contouring Amber perchè mi piaceva tantissimo il colore, che intendo provare a utilizzare anche come ombretto.

La confezione è magnetica, si possono così incastrare tra loro le diverse combinazioni.

Vediamo gli swatches e poi vi parlo della mia primissima impressione.

Fenty Beauty_Match Stix swatches.jpg

Ho provato solo una volta due di questi prodotti (Mocha e Bamboo) quindi si tratta davvero di una primissima impressione. Ho usato Bamboo come correttore, la coprenza è bassina e alla stesura la texture è un pò secca, ma si sfuma bene. Con Mocha ho fatto un leggero contouring e devo dire che mi è piaciuto. Anche lui è un pò secco quando si stende, ma poi con la blender l’ho sfumato in un attimo e l’effetto ottenuto mi piace molto. Sulla tenuta non mi pronuncio perchè l’ho davvero provati troppo poco.

Come accennato prima vorrei usare sia Amber che Trippin sugli occhi, magari fissati con la cipria Invisimatte, che è trasparente. Vi aggiornerò su questo!

Ogni stick contiene 7,10 grammi di prodotto e il PAO è di 12 mesi.

Gloss Bomb Universal Lip Luminizer

Fenty Beauty_Gloss Bomb.jpg

Si tratta di un gloss di un colore rosa nude pescato universale, con al suo interno micro-glitter che lo rendono particolarmente luminoso.

Fenty Beauty_Gloss Bomb swatch.jpg

Sulle labbra rimane più trasparentino di come si vede dallo swatch. Nonostante sia a tutti gli effetti un classico gloss mi piace molto, e da quando l’ho acquistato lo sto indossando praticamente tutti i giorni. L’applicatore è piuttosto grande, con un’unica passata riesco a fare tutte le labbra. Il profumo è dolciastro e si sente abbastanza durante l’applicazione, ma non permane una volta steso.

L’aspetto che mi piace di più di questo gloss è che è confortevole e lascia le labbra idratate a lungo, quasi come si trattasse di un burro cacao. E’ dunque un acquisto che rifarei volentieri.

La confezione contiene 9 ml di prodotto e il PAO è di 12 mesi.

Dove acqustare i prodotti Fenty Beauty e prezzi

Al momento il brand Fenty Beauty non è venduto in Italia, anche se rumors dicono che arriverà prossimamente da Sephora. Speriamo!

Nel frattempo è possibile acquistare i orodotti del brand sul sito inglese Harvey Nichols, che spedisce in Italia. I prezzi sono espressi anche in euro e la spedizione costa 10,00 euro se si sceglie la standard, 15,00 euro se si sceglie la express. Sempre su questo sito si trova in vendita anche la nuovissima Galaxy Collection, della quale però al momento ho deciso di non acquistare nulla.

Vi indico di seguito i prezzi dei prodotti che ho acquistato.

  • Pro Filt’r Instant Retouch Primer € 27,94;
  • Pro Filt’r Softmatte Longwear Foundation € 30,27;
  • Precision Makeup Sponge € 15,14;
  • Invisimatte Blotting Powder € 27,94;
  • Match Stix Trio € 53,56;
  • Match Stix singolo € 24,45;
  • Gloss Bomb € 18,63.

Bene ragazze, questo è tutto! Spero di esservi stata utile, fatemi sapere se acquisterete qualcosa di questo brand o come vi state già trovando! See you soon! 😘

 

 

 

Review! Rossetti CreamyLove ClioMakeUpShop

Buongiorno ragazze!

Come sapete ormai da qualche mese è aperto il ClioMakeUpShop, ovvero lo shop online dei prodotti pensati e realizzati da Clio MakeUp. Al momento nello shop possiamo trovare due collezioni di rossetti, ovvero i CreamyLove, sette rossetti cremosi, e i LiquidLove, quattro rossetti liquidi. Io ho acquistato quattro CreamyLove, ed è di questi prodotti che vi parlerò nel mio post.

ClioMakeUp_Creamy Love

Clio ci dice che i CreamyLove sono rossetti cremosi, facilissimi da stendere e dal finish semi opaco. Vi lascio in fondo al post il link al video di presentazione di Clio dove spiega il concept con cui sono stati ideati.

Il pack a mio avviso è molto carino, all’esterno troviamo la scatolina con il nome del prodotto e la presentazione di Clio, mentre il rossetto vero e proprio è bianco con il simbolo della linea, il gelato, e il tappo colore rose-gold lucido.

Ogni rossetto contiene 4,5 ml di prodotto e il PAO è di 12 mesi.

Come dicevo all’inizio del post in gamma sono presenti sette colorazioni. Ve le elenco tutte e poi vi parlo di quelle che ho acquistato io.

  • MLBB, ovvero My Lips But Better, un rosa carne adatto al trucco di tutti i giorni, pieno dalla prima passata e dalla lunga durata. E’ uno dei più amati, infatti spesso è sold-out!
  • Rosa Indiano, rosa vivace e portabile che dona luce al viso. Questo colore è stato pensato prevalentemente per le ragazze more e per far risaltare gli occhi verdi ma è portabilissimo da tutte!
  • Sei Mio, marroncino medio, morbido e comodo da indossare, che si abbina a ogni tipo di carnagione, dalle più chiare alle più scure. Una volta applicato diventa leggermente più opaco ed è a lunga durata. E’ forse il mio preferito tra quelli che ho acquistato.
  • Midnight Call, è il rossetto più scuro della collezione e la sua base rossa lo rende immediatamente portabile, elegante e intenso sulle labbra.
  • Cremosino, è il rossetto più chiaro della collezione, è un nude né troppo caldo né troppo freddo, che si adatta bene a tutti i toni di carnagione. E’ facilissimo da stendere ed è molto cremoso (come dice il suo nome!). Essendo un tono neutro Clio ci dice che è ottimo da accompagnare a un trucco occhi intenso.
  • The Winner Is, è il rosso classico per eccellenza, caldo ed elegante.
  • Baciami Stupido, fucsia scuro con riflessi lampone, coprente fin dalla prima passata, a lunga tenuta ma confortevole sulle labbra.

Vediamo ora le colorazioni in mio possesso e qual è la mia opinione.

ClioMakeUp_Creamy Love 3.JPG

La forma del rossetto è un pò particolare, la definirei concava. In questo modo dovrebbe abbracciare meglio le labbra, anche se confesso che preferisco la forma tradizionale. Come vedete dalla foto Sei Mio è quello che ho usato di più, mentre Cremosino è semi-nuovo, ma solo perchè è l’ultimo che ho acquistato!

ClioMakeUp_Creamy Love swatches.JPG

Gli swatches che vedete sono stati fatti con un’unica passata di prodotto. Il colore è subito pieno e uniforme. La consistenza è cremosa e scivola bene sulle labbra. Dopo la stesura quando il prodotto si asciuga diventa semi-opaco, restando comunque confortevole sulle labbra. La durata è davvero buona, mettendoli al mattino a me durano tranquillamente fino al pasto senza ritocchi, senza seccare e senza evidenziare eventuali screpolature delle labbra.

Come dicevo prima forse il mio preferito è Sei Mio, ma in quest’ultimo periodo in cui sto amando particolarmente i toni pescati sto mettendo tantissimo anche Cremosino. Subito non l’avevo preso perchè temevo fosse troppo chiaro, in realtà è un colore ben bilanciato che può essere molto sfruttabile con il giusto abbinamento di make-up. MLBB è un colore bellissimo, un passpartout da avere sempre in borsa! Anche Baciami Stupido mi piace molto, ma purtroppo sono riuscita a metterlo davvero poco, perchè non sono abituata ad avere toni sgargianti sulle labbra.

Dove acquistarli e prezzo

I prodotti di Clio MakeUp si trovano in esclusiva su ClioMakeUpShop. I CreamyLove hanno un costo di 12,50 euro mentre il kit che li racchiude tutti e sette costa 75,00 euro (in pratica si pagano sei rossetti su sette). I LiquidLove invece costano 13,50 euro e il kit con i quattro rossetti costa 40,50 euro (anche in questo caso si pagano 3 rossetti su quattro). Il costo della spedizione è di 6,90 euro ma è gratuita per gli ordini di importo superiore a 50,00 euro.

Al momento diversi prodotti sono esauriti, spero ci sia presto un riassortimento, magari con la promo della spedizione gratuita, ne approfitterei per fare ancora qualche acquisto, come per esempio Rosa Indiano o Nude Sunday, uno dei LiquidLove!

Per concludere, amo molto questi rossetti, li trovo di ottima qualità e la gamma colori a mio avviso è studiata veramente bene. Faccio i miei complimenti a Clio per il suo progetto e per i risultati che sta ottenendo! Brava e in bocca al lupo per il futuro!

Bene ragazze, questo è tutto. Spero come sempre di esservi stata utile e di avervi fatto compagnia! See you soon! 😘

👉🏻 Video di Clio di presentazione della collezione

 

 

Review! Huda Beauty 3D Highlighter Palette

Buongiorno, oggi vi parlo in modo più approfondito di un prodotto che vi avevo già mostrato nel post in cui presentavo i prodotti del brand Huda Beauty al momento della sua uscita in Italia, le palette di illuminanti 3D Highlihter Palette. Inizialmente ne avevo acquistata solo una, ma nel tempo le ho prese tutte e tre e dunque ora ho deciso di dedicargli questo nuovo post.

Delle tre palette, la Pink Sands Edition e la Golden Sands Edition fanno parte della gamma permanente, mentre la terza, la Summer Solstice Edition, fa parte della collezione estiva che porta lo stesso nome.


Come avevo spiegato nel mio precedente post, che trovate qui, ogni palette è formata da 4 cialde, che seguendo le istruzioni riportate sul pack hanno quattro funzioni diverse e due differenti texture. La prima, definita Melted Strobe, ha una formulazione cremosa e perlata arricchita da burro di karité, perfetta da utilizzare come base per la successiva stratificazione degli altri prodotti. La seconda texture invece è in polvere perlata ultra shimmer, declinata in tre tonalità complementari per donare una luminosità scolpita e 3D.

Vi riporto gli step suggeriti da Huda per l’applicazione, che già avevo elencato nel mio precedente post:

1. PREP: applicare il primo prodotto (il primo della prima fila) per preparare la pelle, renderla liscia e amplificare la luminosità dei pigmenti riflettenti delle polveri che si andranno ad applicare successivamente;

2. SET: picchiettare il secondo prodotto (il secondo della prima fila) dalle guance alle tempie per fissare lo strato precedente e amplificare la luminosità;

3. SCULPT: applicare il terzo prodotto (il primo della seconda fila) sotto gli zigomi per aggiungere tridimensionalità e scolpire;

4. FLUSH: applicare il quarto prodotto (il secondo della seconda fila) sulle guance per un tocco di colore effetto glow.

In fondo al post trovate il link al video di Huda dove viene mostrata l’applicazione (è lo stesso video che avevo già linkato nel mio precedente post).

Inizialmente avevo pensato di utilizzare gli illuminanti della prima palette che avevo acquistato (la Rose) in modo tradizionale, cioè andando a scegliere uno dei colori in base al make-up del giorno, al massimo utilizzando il prodotto in crema come base. Invece appena l’ho ricevuta ho guardato il video di Huda e ho voluto provare a seguire le sue indicazioni. Che dire, il risultato mi è piaciuto molto, tanto da convincermi ad acquistare la Golden prima e la Summer Solstice poi.

Chi ha letto il mio precedente post forse ricorderà che per l’applicazione avevo citato due pennelli Real Techniques, il Setting Brush e il Blush Brush. Nel frattempo però ho acquistato un nuovo pennello, secondo me perfetto per la stesura dei prodotti di queste palette, ovvero lo Shade + Light Contour Brush di Kat Von D.


Le setole sono morbide e permettono di stendere tutti i prodotti, inclusi quelli in crema e i colori più strong, senza macchie e creando sfumature perfette. Nello specifico io utilizzo la parte obliqua per i primi tre degli step descritti sopra (il prodotto in crema e le prime due polveri) e la parte tonda per la terza polvere. Siccome in genere amo l’illuminante ma con effetto leggero, picchietto delicatamente una sola volta il pennello sulle cialde e poi sfumo bene ad ogni passaggio, così facendo non mi è mai capitato che si formassero macchie o antiestetiche strisce di prodotto sul viso.

Vediamo ora nel dettaglio le tre palette e i loro colori.

La Pink Sands Edition è la palette dai toni più chiari e che si può adattare con più facilità a diverse carnagioni.

L’avevo già descritta nel mio precedente post, ma riporto anche qui l’elenco delle nuance in essa contentute.

  • Capri, con texture Melted Strobe, rosa pallido delicato;
  • Santorini, bianco dai riflessi dorati,
  • Azores, oro chiaro sheer e opalescente;
  • Ibiza, rosa con perlescenze bianche dorate.

La cialda Capri contiene 7,5 grammi di prodotto, le altre tre 8 grammi di prodotto, il PAO è di 18 mesi ed è Made in Italy.

La Golden Sands Edition è più indicata per carnagioni medio-scure oppure per la pelle abbronzata. Io infatti nell’ultimo periodo sto usando quasi quotidianamente questa, pensando di lasciare la Rose per quando avrò riacquistato il mio pallore abituale.

Ecco la descrizione delle nuance di questa palette.

  • Fiji, il Melted Strobe della palette, oro medio con sottotono giallo;
  • Seychelles, oro medio-chiaro con sottotono neutro-caldo;
  • Tahiti, rame con sottotono caldo e riflessi dorati;
  • Zanzibar, corallo rosato con perlescenze dorate.

Anche per questa palette la cialda in crema, in questo caso Fiji, contiene 7,5 grammi di prodotto, le tre cialde in polvere 8 grammi ciascuna, il PAO è di 18 mesi e anche questa è Made in Italy.

Veniamo ora alla più particolare e inusuale delle tre, la Summer Solstice Edition. Mentre le prime due trovo siano entrambe versatili e sfruttabili, a seconda del proprio tono di pelle, questa si può dire che è uno sfizio legato più che altro alla passione per il make-up o alla voglia di provare qualcosa di diverso dai colori usuali.

Huda Beauty_3D Highlighter Palette summer solstice edition 2.jpg

Come indicato all’inizio del post, si tratta della palette facente parte della collezione estiva Summer Solstice, infatti anche il pack esterno richiama il mood della collezione, diverso da quello delle altre due palette. Da notare la bellissima pellicola protettiva, che riporta il volto di Huda uguale a quello stampato sul pack esterno della palette.

Anche in questo caso vi riporto l’elenco delle nuance.

  • Saint-Tropez, texture Melted Strobe, giallo dorato;
  • Malibu, oro ramato medio con sottotono marroncino caldo;
  • Copacabana, rosa con sottotono caldo;
  • Mykonos, magenta medio-scuro con sottono e riflessi blu.

Come ho già scritto, a mio avviso questa non è certamente una palette per tutti i giorni, tuttavia io l’ho usata un paio di volte riuscendo a dosare il quantitativo di prodotto (sempre con il fidato pennello Kat Von D) e a creare sfumatura (credo) accettabili. L’ho invece usata diverse volte come ombretto, riuscendo a creare un look luminoso ed estivo che non mi dispiace per nulla.

In questo caso la cialda in crema, Saint-Tropez, contiene 6 grammi di prodotto, le altre tre 8 grammi di prodotto ciascuna, il PAO è sempre di 18 mesi e anche questa è Made in Italy.

Vi mostro ora gli swatches, prima tutti insieme e poi comparando le cialde delle tre palette posizione per posizione.

Huda Beauty_3D Highlighter Palette swatches.jpg

Ecco ora gli swatches delle cialde delle prime file.

Huda Beauty_3D Highlighter Palette swatches comparison 1.jpg

Nella foto Fiji e Saint-Tropez sembrano simili, in realtà Fiji è più caldo e bronzato, Saint-Tropez è più giallo.

E gli swathes delle cialde delle seconde file.

Huda Beauty_3D Highlighter Palette swatches comparison 2.jpg

Dove acquistarle e prezzo

Huda Beauty in Italia è in vendita esclusiva su Sephora, dove trovate la Pink Sands Edition e la Golden Sands Edition al prezzo di 44,90 euro.

Sempre su Sephora trovate anche il pennello Shade + Light Contour Brush di Kat Von D, al prezzo di 29,00 euro.

Purtroppo al momento né su Huda Beauty né su Kat Von D sono applicabili gli sconti del 20%, mentre quelli del 10% sì.

La Summer Solstice Edition l’ho invece acquistata sul sito inglese CultBeauty.co.uk dove è in vendita al prezzo di 40 sterline (circa 44,00 euro).  Vi segnalo che su questo sito la spedizione è gratuita con una spesa uguale o superiore a 40,00 sterline.

Bene ragazze, questo è tutto! Spero come sempre di avervi fatto compagnia e di esservi stata utile! See you soon! 😘

👉🏻 Video di presentazione di Huda

Review! Urban Decay Naked Heat

Buongiorno ragazze, oggi vi mostro l’ultima palette di casa Urban Decay, la Naked Heat e vi dico quali sono le mie opinioni.

Parlando del “fenomeno Naked“, alcuni giorni fa ho ricevuto una mail da Urban Decay dove veniva spiegato che quando nel 2010 hanno lanciato la prima palette Naked, seguita dalla Naked 2 e dalla Naked 3, hanno fatto esplodere il trend delle nuance di ombretto dai toni neutri, ma mai banali. La mail continua poi dicendo che nel mondo ogni 7 secondi viene venduta una palette Naked, e che occorrono 20 settimane e 50 persone per produrre una palette Naked.

Ogni palette contiene 12 nuances, la prima Naked era caratterizzata da tonalità bronze, la Naked 2 da tonalità taupe e la Naked 3 da tonalità rosate. Alla serie si sono poi aggiunte la Naked Smoky, creata appunto per realizzare smoky eyes, e l’ultima arrivata Naked Heat, che è l’oggetto di questo post.

Urban Decay Naked Heat pack.JPG

Urban Decay Naked Heat retro pack.jpg

Il pack esterno è in cartoncino e si suddivide tra la scatola che racchiude la palette, che vuole rappresentare al suo interno un pacchetto di cerini e all’esterno riporta invece delle rose bruciate, e la scatola esterna che mostra sia davanti che dietro le nuance di ombretto contenute nella palette.

La palette è invece in plastica (come la Naked Smoky) e al suo interno racchiude uno specchio e un pennello doppio.

Urban Decay Naked Heat 1.JPG

Ogni ombretto contiene 1,3 grammi di prodotto e il PAO è di 24 mesi.

Urban Decay Naked Heat.JPG

Si tratta di 12 nuance neutre ambrate, con marroni caldi, arancioni bruciati e terra di Siena intensi. Urban Decay ci dice che ogni ombretto è caratterizzato dal Pigment Infusion System, capace di creare pigmenti ultra intensi e facilmente sfumabili, per un’applicazione semplice e rapida.

Vi elenco di seguito le nuances e successivamente vi mostro gli swatches.

  • Ounce, avorio iridescente;
  • Chaser, nude light;
  • Sauced, terracotta matte;
  • Low Blow, marrone matte;
  • Lumbre, rame luminoso con riflessi dorati;
  • He Devil, rosso bruciato matte;
  • Dirty Talk, rosso bruciato metallizzato;
  • Scorched, rosso intenso con micro glitter dorati;
  • Cayenne, terracotta intenso matte;
  • En Fuego, borgogna matte;
  • Ashes, marrone rossiccio scuro opaco;
  • Ember, borgogna scuro metallizzato.

Urban Decay Naked Heat swatches.JPG

Urban Decay Naked Heat swatches 1.jpg

Urban Decay Naked Heat swatches 2.jpg

Urban Decay Naked Heat swatches 3.jpg

La mia opinione

Inizialmente ero scettica sull’acquisto, perchè pensavo di avere già un numero sufficiente di palette dai toni caldi nel mio arsenale! 😅 Tuttavia non appena uscita sul sito Sephora mi sono lanciata subito nell’acquisto, e vi dico che ne sono veramente felice!

E’ vero, si tratta di una palette dai toni caldi, ma è anche vero che trovo la scelta cromatica ben bilanciata, che permette di sfruttare al meglio la palette potendola utilizzare sia per make-up veloci da tutti i giorni, sia per creare sfumature più costruite e d’effetto.

La qualità degli ombretti è ottima, forse ancora superiore alle precedenti palette del marchio in mio possesso. La pigmentazione e la sfumabilità sono altissime, e non ho notato particolare polverosità.

Non saprei indicarvi le mie nuances preferite perchè le amo tutte. En Fuego e Ashes hanno una scrivenza un pochino inferiore rispetto alle altre (soprattutto Ashes), ma questo per me non è un problema, dal momento che preferisco poter dosare bene gli ombretti dai toni più scuri. Ember è un colore pazzesco, lì per lì può sembrare un marrone metallizzato, ma stendendolo esce una componente borgogna ramata che mi piace tantissimo.

Insomma, il mio giudizio è assolutamente positivo. Per me una palette da non farsi sfuggire per chi ama indossare make-up dai toni caldi.

Dove acquistarla e prezzo

La Naked Heat si trova in vendita sul sito ufficiale di Urban Decay al prezzo di 51,00 euro. Qui trovate anche il resto della collezione Naked Heat, ovvero tre Naked Heat Vice Lipstick e tre Naked Heat 24/7 Glide On Eye Pencil.

Potete trovare però la palette allo stesso prezzo anche sul sito Sephora e negli store fisici della catena, dove potrete sfruttare gli sconti ciclicamente proposti. Ad esempio fino al 31/08 è attivo il codice CRAZYSUMMER che consente di avere il 20% di sconto sull’acquisto di almeno due prodotti.

Bene ragazze, questo è tutto! Spero come sempre di esservi stata utile! See you soon! 😘

Hourglass disponibile su Sephora.it!

Buongiorno ragazze! Ero indecisa sull’argomento del nuovo post, quando ho visto che finalmente sul sito di Sephora Italia è stato messo in vendita il brand Hourglass. Ho allora pensato che potesse esservi utile mostrarvi i miei prodotti del marchio con i relativi swatches. Finora infatti questo brand si trovava solo in alcuni store fisici, dunque non era facilmente reperibile da tutti.

Hourglass.JPG

Come vedete dalla foto i prodotti che possiedo sono:

  • la palette Ambient Lighting;
  • un Ambient Lighting Blush;
  • il primer Mineral Veil;
  • il fondotinta in stick Vanish.

Ambient Lighting Palette

E’ uno dei prodotti più celebri del brand. Si tratta di una palette viso che racchiude tre ciprie illuminanti.

Hourglass Ambient Lighting Palette.jpg

Il claim di questo prodotto è quello di creare la luce perfetta grazie alla Photoluminescent Technology, che permette di filtrare la luce e migliorare l’aspetto della carnagione, correggendo le imperfezioni e minimizzando i pori e le rughe.

Questa formula innovativa dona una luminescenza multidimensionale ad ogni tono della pelle, che appare più morbida, giovane e perfettamente illuminata.

Queste polveri universali sono adatte a ogni tono di pelle, e danno risalto al viso con qualsiasi tipo di luce, anche quella del flash fotografico.

Ecco elencate le tre polveri contenute nella palette.

  • Dim Light, beige pescato neutro che minimizza le imperfezioni con un effetto blur e illumina la carnagione con una nuance perfettamente bilanciata tra sottotono caldo e freddo.
  • Incandescent Light, polvere opalescente che illumina la carnagione donando un effetto glow “celestiale”.
  • Radiant Light, un beige dorato effetto sun-kissed che migliora il tono del viso con l’effetto naturale di un bagliore estivo.

Ecco gli swatches.

Hourglass Ambient Lighting Palette swatches.jpg

La palette è in vendita su Sephora.it al prezzo di 62,00 euro, contiene 3,3 grammi di prodotto e il PAO è di 12 mesi.

Vi segnalo che le ciprie Dim Light e Radiant Light si trovano in vendita anche singolarmente al prezzo di 52,00 euro nella confezione da 10 grammi. La Dim Light inoltre è disponibile anche in travel-size da 1,3 grammi al prezzo di 22 euro.

Anche la Incandescent Light è disponibile in formato singolo da 4,6 grammi, al costo di 42 euro. La trovate denominata Incandescent Strobe Light e fa appunto parte delle Ambient Strobe Lighting Powder (quando ho acquistato io la palette questa linea non era ancora uscita e la cialda si chiamava appunto solo Incandescent Light, non so se sia cambiato qualcosa anche nella formulazione).

La mia opinione

Queste polveri mi piacciono molto, anche se preferisco utilizzarle in inverno piuttosto che in questo periodo, in cui amo un effetto glow un pò più strong. L’effetto di luminosità diffusa è discreto ma visibile e sulla mia pelle secca riesco ad utilizzarle anche per fissare il fondo. Non seccano e non segnano le linee di espressione.

Ambient Lighting Blush

Il brand propone due varianti di blush, l’Ambient Lighting Blush e l’Ambient Strobe Lighting Blush. Nella prima variante nel colore di base sono infuse le Ambient Lighting Powder, nella seconda le Ambient Strobe Lighting Powder; ecco quindi a cosa è dovuto l’aspetto variegato della superficie delle cialde. Mentre l’effetto dei blush tradizionali può apparire piatto, gli Ambient Lighting Blush sfruttano la Photoluminescent Technology per donare profondità e tridimensionalità al viso. La speciale tecnica utilizzata per realizzare questi prodotti, che sono Made in Italy, permette di creare il perfetto bilanciamento tra pigmento e polvere illuminante.

Io possiedo una colorazione di Ambient Lighting Blush, la Mood Exposure.

Hourglass Ambient Lighting Blush.JPG

Si tratta di un plum di base infuso con la Ambient Lighting Powder in Mood Light, polvere illuminante dal sottotono lavanda e finish sheer.

Hourglass Ambient Lighting Blush swatch.jpg

Sul sito Sephora.it gli Ambient Lighting Blush sono presenti in 4 varianti  al prezzo di 38,00 euro. La confezione contiene 4,2 grammi di prodotto e il PAO è di 12 mesi. Al momento in cui sto scrivendo risultano non disponibili, ma spero sia perchè ancora in fase di assortimento.

Le varianti presenti sono:

  • Diffused Heat, color papavero di base infuso con la Diffused Light, dal tono giallo chiaro che nasconde i rossori e dona luminosità al viso;
  • Ethereal Glow, color rosa freddo di base infuso con la Dim Light, che aggiunge un pizzico di calore con il suo tono pescato che minimizza le imperfezioni;
  • Luminous Flush, color rosa champagne di base infuso con Luminous Light, illuminante anch’esso dal tono champagne;
  • Mood Exposure, che avete visto nelle foto qui sopra.

Sempre su Sephora.it si trovano anche gli Ambient Strobe Lighting Powder in un’unica variante, Incandescent Electra, color pesca freddo di base infuso con  Incandescent Strobe Light. Il prezzo anche in questo caso è di 38,00 euro (e anche in questo caso al momento il prodotto risulta non disponibile, ma confido che lo diventi presto).

La mia opinione

Ottimo prodotto, delicatamente luminoso e con buona durata. Anche in questo caso tendo ad utilizzarlo maggiormente in inverno, anche a motivo della colorazione che ho scelto, non proprio estiva. La texture è molto sottile e perfettamente sfumabile.

Veil Mineral Primer e Vanish Seamless Finish Foundation Stick

Hourglass Vanish Seamless Mineral Veil.JPG

Il Veil Mineral Primer è un primer viso multifunzione, che promette di nascondere i rossori, uniformare il tono della pelle, minimizzare l’aspetto dei pori visibili, delle linee sottili e delle imperfezioni. Crea una superficie liscia e uniforme che fa sì che il fondotinta si stenda facilmente e rimanga intatto per tutta la giornata. Contiene una protezione SPF 15 ad ampio spettro derivata da minerali, titanio e ossido di zinco. La sua formula senza oli è adatta a tutti i tipi di pelle, anche sensibili o con tendenza a macchiarsi. E’ idrorepellente e formulato senza parabeni, fragranze, solfati, nanoparticelle, oli, phtalati, glutine, coloranti sintetici. E’ inoltre vegano e cruelty free. Il PAO è di 18 mesi.

E’ presente su Sephora.it in due formati. Il primo è la travel-size da 8,95 ml che ha un costo di 22,00 euro (al momento non disponibile) e la taglia jumbo da 60 ml che ha un costo di 100,00 euro (questo prezzo mi pare un tantino alto, considerando che sul sito ufficiale del brand costa 75,00 dollari). Al momento non è invece presente il formato intermedio da 30 ml.

La mia opinione

Purtroppo non riesco a esprimermi su questo prodotto in quanto da quando l’ho acquistato l’ho usato pochissime volte e temo anche di averlo lasciato “scadere” (non ricordo esattamente quando l’ho acquistato ma sicuramente più di un anno fa).

Il Vanish Seamless Finish Foundation è un fondotinta in stick, che ho acquistato in occasione del mio viaggio in USA.

Il brand descrive questo prodotto come rivoluzionario, con la coprenza di un correttore, la fluidità di un liquido e la leggerezza di una polvere in una formula waterproof a lunga durata. L’alta concentrazione di pigmento consente di avere la massima coprenza con una piccola quantità di prodotto, per un colorito uniformato e una pelle perfetta.

Questo prodotto è formulato senza parabeni, fragranze, solfati, nanoparticelle, phtalati, glutine, coloranti sintetici e OGM. E’ inoltre cruelty free e il PAO è di 18 mesi.

Vi riporto di seguito gli swatches del primer e del fondotinta nella tonalità Linen (per pelli chiare dal sottotono caldo), ma vi invito a vedere gli swatches presenti nel post di Beauty Professor dedicato al fondotinta, dove si vedono tutte le tonalità sotto diverse condizioni di luce.

Hourglass Vanish Seamless Foundation Mineral Veil swatches.jpg

Il fondotinta Vanish è presente su Sephora.it in 23 tonalità al prezzo di 50,00 euro per 7,2 grammi di prodotto.

La mia opinione

Anche per questo prodotto la mia opinione è positiva. Mi piace la forma, che permette di utilizzarlo agevolmente anche come correttore (cosa che sto facendo in questo periodo in cui spesso non indosso il fondotinta). E’ sufficiente fare uno “stampino” per ogni occhio per avere una quantità di prodotto sufficiente a coprire le occhiaie. Non mi secca, non segna e resiste per tutto il giorno. Utilizzato invece come fondotinta lo uso miscelato a una goccia di Rose Gold Elixir (di cui vi ho parlato qui) in questo modo rimane confortevole sulla mia pelle secca per tutto il giorno. La coprenza è media, stratificabile ad alta. E’ sufficiente comunque una piccola quantità di prodotto, data l’alta concentrazione di pigmento.

Bene ragazze, questo è tutto! Spero di esservi stata utile per valutare un eventuale acquisto online di qualche prodotto del brand. Vi lascio linkato qui sotto il post in cui vi avevo parlato della Ambient Lighting Edit Palette, non disponibile su Sephora.it ma che vi può comunque fornire ancora qualche spunto se siete interessate a questo brand.

See you soon! 😘

👉🏻 Hourglass – Ambient Lighting Edit Surreal Light Palette

Huda Beauty è arrivata in Italia!

Buongiorno ragazze, oggi sono particolarmente felice di scrivere questo post! Parliamo di Huda Beauty, brand americano creato nel 2013 da Huda Kattan e da poco sbarcato da Sephora. La storia di Huda e di questo brand è molto interessante, vi lascio in fondo al post i link alle pagine in cui potete trovarla.

Mi concentro ora invece nel parlarvi dei prodotti che ho acquistato e che mi hanno tutti davvero conquistata.

Huda Beauty.JPG

Come vedete dalla foto ho acquistato la famosissima Textured Shadow Palette Rose Gold Edition, tre Liquid Matte uno dei quali con la sua matita labbra abbinata e la palette di illuminanti 3D Highlighter Palette nella Pink Sands Edition.

Huda Beauty 2

Textured Shadows Palette Rose Gold Edition

E’ la prima e unica palette di ombretti proposta dal brand. Si compone di 18 colori suddivisi in tre diverse texture: Deep Matte, 3D Metal e Perle Pressate.

Huda Beauty Textured Shadow Palette 3.jpg

Vediamo ora nel dettaglio i colori e le texture.

 

Huda Beauty Textured Shadow Palette 4.jpg

La palette contiene 6 ombretti dal finish 3D Metal, ovvero:

  • Dubai, bronzo smoky;
  • Fling, mirtillo brillante;
  • 24K, magnifico oro;
  • Rose Gold, omonimo colore;
  • Trust Fund, rame prezioso;
  • Blessed, oro vintage.

Abbiamo poi 2 ombretti costituiti da perle pressate, ovvero:

  • Angelic, rosa con riflessi dorati;
  • Moon Dust, oro luminoso.

Infine 10 ombretti dal finish Deep Matte, ovvero:

  • Bossy, argilla;
  • Flamingo, rosa baby;
  • Shy, rosa polvere;
  • BAE, color crema ottimo da utilizzare come base;
  • Black Truffle, nero opaco che può essere utilizzato anche come eye-liner se steso con un pennellino inumidito;
  • Suede, grigio ideale da utilizzare come colore di transizione;
  • Coco, marrone profondo;
  • Henna, marrone dal sottotono caldo;
  • Sandalwood, marrone terra.

Vediamo ora gli swatches, partendo dalla prima fila.



Sono rimasta veramente colpita dalla qualità di questa palette. Il pezzo forte sono ovviamente gli ombretti 3D Metal. Il suggerimento di Huda per ottenere il massimo pay-off da questi ombretti è quello di stenderli utilizzando le dita. Seguendo questo consiglio la resa è veramente ottima e, cosa per me importantissima, non mi hanno dato nessun problema di fall-out! I matte sono setosi e altamente sfumabili. La durata in tutte le prove che ho fatto è stata ottima  anche nelle giornate di afa delle ultime settimane (metto sempre il primer sotto).

Ogni cialda contiene 1 grammo di prodotto e il PAO è di 12 mesi.

3D Highlighter Palette

Si tratta di una palette di illuminanti disponibile in due varianti, la Golden Edition e la Pink Edition. Io (al momento! 😅) ho scelto quest’ultima, che è quella dai toni più chiari.

Huda Beauty 3D Highlighter Palette 2

Come si vede dalle foto la palette è composta da 4 diverse cialde, che seguendo le istruzioni riportate sul pack, hanno 4 funzioni diverse e due differenti texture. La prima, definita Melted Strobe, è una formulazione cremosa e perlata arricchita di burro di karité, perfetta da utilizzare come base per la successiva stratificazione degli altri prodotti. La seconda texture invece è in polvere perlata ultra shimmer, declinata in tre tonalità complementari per donare una luminosità scolpita e 3D.

Di seguito la descrizione delle colorazioni e a seguire gli swatches.

  • Capri è appunto la colorazione con la texture Melted Strobe, e viene definito come un rosa pallido delicato;
  • Santorini, bianco dai riflessi dorati;
  • Azores, oro chiaro sheer e opalescente;
  • Ibiza, rosa con perlescenze bianche e dorate.

Huda Beauty 3D Highlighter Palette swatches 1.jpg

La cialda Melted Strobe contiene 7,5 grammi di prodotto, le altre tre 8 grammi di prodotto e il PAO è di 18 mesi.

Gli step suggeriti da Huda sono questi:

  1. PREP: applicare Capri per preparare la pelle rendendola liscia e amplificare la luminosità dei pigmenti riflettenti;
  2. SET: picchiettare Santorini dalle guance alle tempie per fissare lo strato precedente e tirare fuori la luminosità;
  3. SCULPT: applicare Azores sotto gli zigomi per aggiungere tridimensionalità e scolpire;
  4. FLUSH: applicare Ibiza sulle guance per un tocco di colore effetto glow.

Trovate qui il video di Huda dove presenta queste palette e ne mostra l’applicazione.

Io ho cercato di seguire i consigli di applicazione mostrati anche nel video, utilizzando però un pennello più grande per stendere Ibiza. Mi piace molto ad esempio utilizzare un blush opaco come Vegas del Blush Trio di Anastasia Beverly Hills (di cui vi ho parlato nel mio precedente post, che trovate qui) e spolverare sopra Ibiza, andando a unire gli illuminanti precedentemente stesi e il blush. Vi mostro di seguito i pennelli che utilizzo io, ovvero il Setting Brush e il Blush Brush di Real Techniques.

Huda Beauty 3D Highlighter Palette and brushes.JPG

La durata è veramente ottima, e l’effetto che si ottiene è molto modulabile a seconda della stratificazione che viene fatta.

Liquid Matte e Lip Contour

Veniamo ora ai prodotti labbra, ovvero rossetti liquidi e matita.

Huda Beauty Liquid Matte Lip Contour.jpg

I Liquid Matte vengono descritti come rossetti liquidi opachi ad alta pigmentazione, con una formula infusa di un complesso esclusivo di ingredienti che aiuta a mantenere l’idratazione delle labbra. La texture è leggera e sottile.

Vi dico subito che confermo queste caratteristiche, in quanto sono in assoluto i rossetti liquidi che mi hanno seccato meno le labbra e creano un film sottilissimo sulle labbra che praticamente non si sente.

Ho acquistato tre colorazioni:

  • Bombshell, un nude perfetto, di cui ho acquistato anche la matita Lip Contour;
  • Trendsetter, marrone caldo;
  • Icon, rosso caldo chiaro leggermente desaturato.

Ecco di seguito gli swatches.

Huda Beauty Liquid Matte swatches.jpg

Mi sono assolutamente innamorata della formula di questi rossetti! Il mio preferito è Bombshell, ideale per tutti i giorni. La matita è perfettamente abbinata, morbida ma con un’ottima tenuta.

Vi mostro ora swatches comparativi con alcuni Velvet Ink Mulac e Dreamy Matte Nabla.

Liquid Lipsticks

Liquid Lipsticks swatches 2.jpg

Ogni rossetto contiene 5 ml di prodotto con un PAO di 12 mesi. La matita labbra contiene 1,2 grammi di prodotto con un PAO  di 24 mesi.

Dove acquistare i prodotti Huda Beauty e prezzi

I prodotti Huda Beauty sono in vendita in esclusiva sul sito Sephora e in alcuni store fisici (credo al momento solo a Milano e Roma).

La Textured Shadows Palette Rose Gold Edition ha un costo di 69,90 euro, le 3D Highlighter Palette sono invece in vedita al prezzo di 44,90 euro. I Liquid Matte si trovano ad un prezzo di 23,90 euro, mentre le matite labbra Lip Contour costano 19,90 euro.

Una curiosità che ho notato guardando il pack dei prodotti è che tutti, ad eccezione delle matite labbra, sono Made in Italy!

Huda Beauty Made in Italy.jpg

 

Come annunciato già all’inizio del post questi prodotti mi hanno veramente conquistata per la loro qualità. Inoltre anche le colorazioni sono particolarmente in linea con i miei gusti.

Sono felice che sia stata annunciato il lancio di una nuova palette di ombretti, la Desert Dusk, in uscita il 18 settembre e quello di un fondotinta con primer e pennello abbinati, denominato Faux Filter, che uscirà invece a ottobre. Spero che la gamma presente su Sephora venga presto ampliata con gli altri prodotti del brand già presenti sul mercato USA, come i Lip Strobe e i mini set di prodotti labbra e che arrivino anche qui le prossime novità annunciate!

Bene ragazze, questo è tutto! Spero di esservi stata utile e see you soon! 😘

👉🏻 About Huda

👉🏻 Presentazione del marchio Huda Beauty